tommaso labate

Posts Tagged ‘sentenza

Pussy Riot giudicate colpevoli. Ma la vera battaglia comincia oggi.

with 2 comments

Due mesi fa era una storia quasi sconosciuta.

Poi è diventato un caso mondiale.

Oggi il trio punk della Pussy Riot è stato giudicato colpevole di teppismo motivato da odio religioso.

Ma la vera lotta, la grande battaglia per la liberazione di Nadezhda e compagne, continua. Anzi, comincia oggi.

Post scriptum con due annotazioni a margine.

In questo caso, la stampa italiana ha svolto alla perfezione il suo compito. Nelle ultime settimane, infatti, i principali organi d’informazione hanno aggiornato l’opinione pubblica sul caso delle Pussy Riot a cadenza quasi quotidiana. Più indietro è rimasta la politica. Al netto dell’obiezione benaltrista (“Sì, però, ci sono l’Ilva, l’Irpef, il Fiscal compact, la Cosa Bianca, il ritorno di Berlusconi, il cantiere di Bersani-Vendola-Casini”, e via benaltreggiando) – che secondo me va respinta al mittente sempre e comunque – va segnalato che le forze politiche, sul caso, si sono fatte sentire poco o nulla. Voi direte, e che cambia per le Pussy Riot se intervengono il Pdl o il Pd o Grillo? Cambia sempre qualcosa, l’intervento della politica. O, quantomeno, dovrebbe. A meno di non volerla considerare l‘inutile appendice di un quadro sempre più confuso.

Ah, un’altra cosa. Tra dieci giorni comincia il campionato di calcio. Non sarebbe male se la campagna FreePussyRiot entrasse nelle curve degli stadi italiani. Meglio quella che l’infornata di insulti, spesso (com’è successo da ultimo giorni fa a Varese) razzisti, che contagiano sempre di più una fetta piccola (si spera) del mondo ultras. Che invece, su questo, potrebbe tornare a mostrare qualche luce. Al posto delle ombre degli ultimi anni, s’intende.

Written by tommasolabate

17 agosto 2012 at 12:29

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: