tommaso labate

Ma quanto è rivoluzionaria la bellezza?

with 4 comments

Nadezhda Tolokonnikova è una delle Pussy Riot fatte arrestare da Putin. A marzo il gruppo aveva messo in scena una preghiera punk per protestare contro il sostegno della chiesa ortodossa al presidente russo. È ancora in galera. Fossi il leader di un partito, mi indebiterei fino al collo per stampare manifesti 6×3 con questa immagine. Fatela girare. Perché vi rende più belli. Perché Nadezhda vince sicuro

ps: Qui un video che mostra la performance che le è costata l’arresto e altre imprese (grazie a Monica Giandotti per avermi segnalato il link).

Advertisements

Written by tommasolabate

24 giugno 2012 a 09:18

4 Risposte

Subscribe to comments with RSS.

  1. caro labate, complimenti per il corriere, ma non andrà più a pubblico?

    vittorio lepanto

    18 luglio 2012 at 17:21

  2. […] Due mesi fa era una storia quasi sconosciuta. […]

  3. […] prigioniero politico. Il protagonista è un uomo, un 50enne thailandese, che non è bello come Nadezhda Tolokonnikova e non si è messo a cantare in un luogo di culto. Di conseguenza, la sua vicenda non […]

  4. […] (Bangkok) Questa è la storia di un prigioniero politico. Il protagonista non è bello come Nadezhda Tolokonnikova e non si è messo a cantare in un luogo di culto. Di conseguenza, la sua vicenda non […]


Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: